Home Tags Posts tagged with "palio delle contrade"

palio delle contrade

                                                 pasqualiBormio2014-aa00nc-600x400

I colori e il significato del costume tipico.

Avrete notato come in tante occasioni, sulla piazza del Kuerc, la più grande di Bormio, sede di innumerevoli eventi, sfilino gli abitanti di Bormio con un costume tipico, quello cioè tramandato dai propri avi, utilizzato ora per gli eventi e come simbolo di tradizione e riconoscimento.

Le occasioni per indossare il costume tipico oggigiorno è prevalentemente nelle grandi occasioni di festa, poi ogni lunedì delle serate di Benvenuto nella piazza della Torre, e quando serve partecipare a eventi della zona distinguendosi dalla gente comune!

I colori dell’abito, derivano dal simbolo del Contado stesso, ovvero il bianco ed il rosso, in certi casi ben visibili, in altri solo con qualche stralcio o fascetta.

Gli uomini

Ma andiamo nello specifico:

gli uomini hanno i pantaloni di un panno nero pesante, e sono trattenuti sulla vita da una fusciacca di lana rossa,

di lino invece è la camicia dove spicca al collo un fazzoletto anch’esso rosso.

Ai piedi degli zoccoli di legno sostituiti spesso in inverno da caldi scarponi, che portano una sovrascarpa di panno di lana bianco fissato tramite de legacci rossi.

Nero e sempre in panno è il copricapo, ovvero il cappello nero con una fascia rossa e completa il tutto un pesante mantello nero che è l’unico indumento sopra la camiciuola..

Degli accenni storici ci raccontano che il costume venne creato per partecipare ad una sfilata in tempo di guerra, negli anni ’30, dove un gruppo di abitanti di Bormio, si recarono su invito del regime fascista.

Nella vita di tutti i giorni, gli uomini indossavano dei pantaloni a mezzagamba con calze di lana che li proteggevano alla bell’e meglio.

Le giacche solitamente di colore scuro, portavano invece bianchi bottoni, e come copricapo un semplice cappello.

Le Donne

Restavano in tema con i colori abbinati all’abito maschile, cioè bianco e rosso, impreziosito però da pizzi e ricami, dove la gonna ampia e di panno pesante nera, vedeva la continuazione con un corpetto sempre nero che chiuso sul davanti con un nastro rosso, impreziosiva l’abito.

Un grembiule colorato ma sempre con lo spiccato colore rosso, era a protezione della gonna, mentre la camicia vedva gioiosi merletti sul collo e sui polsini.

Uno scialle colorato anch’esso, ma forse non proprio utile per impedire al freddo di insinuarsi nelle ossa, completava il tutto, scialle che aveva anche lo scopo di copricapo nelle cerimonie in Chiesa.

Eventi

Il tipico costume lo si trova in diverse manifestazioni, che sorprende e da un senso di appartenenza dato che viene confezionato anche per i più piccoli, soprattutto nell’ambito dei Pasquali ( grande manifestazione di Pasqua dove sfilano delle portantine a tema religioso) al Palio delle Contrade, nelle serate di benvenuto agli ospiti sia estive che invernali, durante le celebrazioni religiose in onore dei Patroni e non solo.

Nel mentre, sognando i prossimi eventi col costume tipico in primis la Santa Pasqua, vi invitiamo a casa nostra: http://www.appartamentibormio.it/

 

 

 

La Sfida.

Si ripresenta la sfida tra le contrade di Bormio!

Arrivati alle 55ma edizione della sfida che più appassiona i Bormini, cioè gli abitanti di Bormio, assieme ai “Pasquali”, ecco lo scontro a suon di gara di fondo che ha stravolto la passeggiata in Via Roma che per l’occasione si è coperta di neve e battipista, che vede  i contradaioli di Bormio tifare per i propri colori di appartenenza.

Nel contesto della manfestazione gli abitanti delle contrade devono difendere i propri vessilli, coinvolgendo tutti gli abitanti con doti sportive più o meno spiccate, e un sano e goliardico spirito agonistico!

Un maggior successo dell’evento è dato dall’utilizzo di abiti d’epoca, e attrezzatura della nonna sapientemente conservata che fa aumentare il puntggio ai partecipanti.

Le Contrade

E’ un evento che si svolge sempre nella prima settimana del mese di febbraio, dove a svettare sono i colori delle cinque frazioni che suddividono e caraterizzano il paese:

rosso: Maggiore, rappresentato da un  lupo su fondo rosso;

giallo: Dossorovina con il Kuerc e la Torre delle Ore che si trovano nella piazza principale;

blu: Buglio, simbolo della fontana che è al centro della via Stessa dove si svolgeva buona parte del chiacchiericcio della contrada;

verde: Dossiglio, la ruota di un mulino su fondo verde;

bianco : Combo, sul gagliardetto che è contraddstinto da un gatto su sfondo bianco.

La competizione ha inizio con la gara dei più piccoli, apripista di serate davvero impegnative ma servono a trasmettere e rinfrancare lo spirito del passato.

Oltre allo spirito competitivo e giocoso, tutto si conclude con una bella serata danzante che vede i festeggiati e i vinti, sedersi attorno ad un tavoo tra risate e buon cibo! Una tradizione che nel tempo trova sempre più conferme!

Appuntamento nelpalio-09-discesa1-980x400 centro storico di Bormio con il Palio delle Contrade sabato 3 febbraio.

Bormio presenta il palio delle contrade

Bormio, come tutta la Valtellina, si contraddistingue per essere molto legato alle sue origini, tradizioni e sapori autentici.

Oggi vi vogliamo parlare del “Palio delle contrade”, un appuntamento imperdibile per gli abitanti di Bormio e per migliaia di appassionati che, ogni anno, si divertono a seguire le varie gare nelle vie della città alpina.

La città di Bormio è divisa in 5 contrade (o reparti) che si sfidano, per primeggiare in città, già dal lontano 1963. Ogni anno i colori, gli stemmi delle contrade contraddistinguono questo periodo dell’anno a Bormio. Ovviamente solo gli abitanti della città possono portare alla vittoria la propria contrada ma i turisti sono, da sempre, un punto fermo della manifestazione e, la gran parte delle volte il loro incitamento per una contrada o un’altra determina la vittoria finale!

Le sfide del Palio vengono divise per età e comprendono tutte le classiche competizioni invernali come la gara di sci da fondo, di discesa e l’attesissima “prova in linea per reparto); da cinque anni poi parallela alla competizione “senior” è stata istituita la versione “Bocia”, competizione riservata ai giovani con età compresa fra i 6 e 17 anni.

Ma la gara in se non rappresenta da sola l’essenza della competizione; infatti un ruolo fondamentale, per la vittoria finale, è l’abbigliamento degli atleti che indossano i costumi tradizionali “bormini” garantendo agli spettatori un appuntamento unico nel suo genere.

Per non perdervi nemmeno un momento di questo evento vi riportiamo il programma definitivo del Palio delle Contrade:

Palio delle contrade a Bormio

Palio delle contrade a Bormio

Per chi non avesse ancora prenotato la sua vacanza a Bormio vi segnaliamo i nostri appartamenti del Residence Pedranzini!