Home Tags Posts tagged with "giro d’italia"

giro d’italia

E cosi, anche per questa edizione che porta il numero centodue, ecco che le strade e i passi alpini di Valtellina, si tingeranno di rosa per il passaggio della carovana del giro!

Lo sapevamo appena le tappe sono state svelate, che la nostra zona si sarebbe resa protagonista di un passaggio del grande giro, e cosi, si attende per il 28 maggio, il tappone con partenza da Lovere, e arrivo a Ponte di Legno, attraversando il passo Gavia e il Mortirolo, che come sempre saranno protagonisti della sfida su due ruote della sedicesima tappa.

Il percorso prevede 226 km di percorso, con il passaggio da Passo della Presolana, Croce di Salven , Edolo, Ponte di Legno e salita fino al Passo Gavia (2618m) , discesa fino a Mazzo di Valtellina attraversando Santa Caterina Valfurva, S.Antonio, Bormio, Valdisotto e Sondalo, risalita del Passo del Mortirolo (1854 m) e discesa fino all’arrivo a Ponte di Legno, con
ben 5700 di dislivello per raggiungere Ponte di Legno passando da delle vere roccaforti classiche del giro, ovvero i nostri Gavia e Mortirolo.

La discesa del Mortirolo segna l’avvicinarsi del traguardo di Ponte di Legno. Ultimi km che vedranno gli atleti impegnati nello sprint finale  e la cittadina vestita a festa per accoglierli.

I passi dell’Alta Valtellina renderanno duro e faticosissimo il tappone alpino, e i grandi atleti del Giro d’Italia troveranno pane per i loro denti in questa sfida lunga 226 km con dislivello di 5700 m.

Staremo a vedere se Bormio tornera’ protagonista il prossimo anno! Vi aspettiamo per fare il tifo sulle nostre montagne.


Ce lo chiedete sempre più spesso, quando riapre il passo automobilistico più bello d’Italia?
Manca sempre meno alla riapertura del Passo dello Stelvio.

Come sempre non mancheranno gli eventi ciclistici e meno che renderanno unica indimenticabile, la stagione 2019 del tortuoso passo, tanto conosciuto e tanto ambito dagli sportivi di vario genere!


Già, perchè mentre nasce negli anni cinquanta come stazione per la pratica dello sci estivo, oggi è una meta desiderata da molti ciclisti, motociclisti, da chi guida un’auto sportiva, ma anche da chi vuole semplicemente sentirsi più vicino al cielo!

Ma come nasce la strada del passo? Scopriamone assieme la storia.

Storia della strada dello Stelvio

Della via dello Stelvio se ne sente parlare fin dal Medioevo, conosciuta come una rischiosa strada o meglio, sentiero di montagna, molto rischioso. Ma grazie all’Imperatore Austriaco Federico I, a inizio del milleottocento che cercava una via di collegamento tra la Val Venosta, la Valtellina, e Milano, a quei tempi, sotto il dominio e territorio austriaco.

Un giovane e avveduto ingegnere che già si vantava con progetti di strade di montagna a procedere con un progetto convincente. Ecco così l’inizio lavori nel 1822 con pochi anni di lavoro, ecco l’ inaugurazione in meno di tre anni della Strada dello Stelvio.

Ben 2500 le manovalanze impiegate in diversi ruoli, dai più semplici quali operai, ai grandi geologi e ingegneri del tempo.

Si procede così, alla presenza dello stesso imperatore all’inaugurazione di un percorso allora aperto tutto l’anno, utilizzato dalle diligenze, carri e da diversi dipendenti atti allo spalo della neve per tenere pulita e percorribile la strada.

Re Stelvio Mapei a Bormio

Ma a segnare i primi cambiament, fu il conflitto bellico della Prima Guerra Mondiale, che proprio su quelle montagne fu poi teatro di scontri tra italiani e austriaci e, dopo la vittoria del 4 novembre, entrambi i versanti diventarono italiani.

Ciò comportò la chiusura invernale del Passo, data che la funzione di mettere in comunicazione le regioni, non aveva senso, perdendo il suo significato originario di collegamento Vienna-Milano.

La chiusura del passo, attiva ancora oggi durante i mesi invernali per le copiose nevicate, comporta un letargo dello stesso, da novembre a maggio, dove tutto si ferma e si copre di candida neve bianca.

Attendiamo quindi la primavera, sia per praticare lo sci che per poter scalare i tornanti che sono la caratteristica principale di questo passo, e mentre saliamo, pensiamo al giovane ingegnere che tantissimi anni fa, studiò e realizzò quest’imponente opera d’arte che nel tempo ha subito ben poche trasformazioni!

  • apertura:  sabato 18 maggio
  • chiusura: giovedì 7 novembre

Febbraio è stato un mese corto e passato con mille eventi,  terminati col carnevale. La neve non è mancata e gli appuntamenti che stanno per arrivare per la prima settimana di marzo, sono fitti e molteplici.

Lunedì 5 marzo 2018

  • ore 18.00 Serata dell’ospite –una bella serata per illustrare il  benvenuto per i nostri ospiti con presentazione della località e del programma settimanale, tramite proiezioni di filmati sul mega schermo. Non mancheranno balli e vin brulè in compagnia nella piazza di Santa Caterina Valfurva, e con lo stesso iter si terrà invece nella piazza di Bormio, dove alle ore 21.00 ci sarà il Welcome Party : Serata Karaoke di balli di gruppi e con i pezzi più in voga del momento. Non mancheranno gli appuntamenti con le degustazioni e vin brulé e di dolci tipici.

Martedì 6 marzo 2018

  • la mattinata inizia alle ore 9.00 tramite una gita con sci e pelli di foca accompagnati  dalle Guide Alpine Ortler-Cevedale.
  • Mentre al pomeriggio una splendida attività del passato, torna in auge.. Sferruzziamo! Attività con la lana e i ferri ..
  • Il grande Alpinista Marco Confortola ci accompagnerà alle  Ciaspolata in notturna

Mercoledì 7 marzo 2018

  • ore 9.30 ancora Ciaspolata, ovvero la  gita con racchette da neve con le Guide Alpine Ortler-Cevedale sui sentieri del Parco Nazionale dello Stelvio.
  • alle ore 21.00 “Lorelei” – un bel concerto delle ragazze che frequentano l’Istituto comprensivo M. Anzi di  Bormio, sezione musicale di Bormio che ci incanteranno sulle note musicali.
  •    fino alle ore 22.00  le Terme di Bormio ci aspettano per “Una notte al chiaro di luna… “

Per ora vi lasciamo al nostro blog e alle altre notizie, poi vi accompagneremo nel prossimo articolo agli eventi e appuntamenti per   la festa della donna.http://www.appartamentibormio.it/blog-bormio/

Winter24

                                                 pasqualiBormio2014-aa00nc-600x400

I colori e il significato del costume tipico.

Avrete notato come in tante occasioni, sulla piazza del Kuerc, la più grande di Bormio, sede di innumerevoli eventi, sfilino gli abitanti di Bormio con un costume tipico, quello cioè tramandato dai propri avi, utilizzato ora per gli eventi e come simbolo di tradizione e riconoscimento.

Le occasioni per indossare il costume tipico oggigiorno è prevalentemente nelle grandi occasioni di festa, poi ogni lunedì delle serate di Benvenuto nella piazza della Torre, e quando serve partecipare a eventi della zona distinguendosi dalla gente comune!

I colori dell’abito, derivano dal simbolo del Contado stesso, ovvero il bianco ed il rosso, in certi casi ben visibili, in altri solo con qualche stralcio o fascetta.

Gli uomini

Ma andiamo nello specifico:

gli uomini hanno i pantaloni di un panno nero pesante, e sono trattenuti sulla vita da una fusciacca di lana rossa,

di lino invece è la camicia dove spicca al collo un fazzoletto anch’esso rosso.

Ai piedi degli zoccoli di legno sostituiti spesso in inverno da caldi scarponi, che portano una sovrascarpa di panno di lana bianco fissato tramite de legacci rossi.

Nero e sempre in panno è il copricapo, ovvero il cappello nero con una fascia rossa e completa il tutto un pesante mantello nero che è l’unico indumento sopra la camiciuola..

Degli accenni storici ci raccontano che il costume venne creato per partecipare ad una sfilata in tempo di guerra, negli anni ’30, dove un gruppo di abitanti di Bormio, si recarono su invito del regime fascista.

Nella vita di tutti i giorni, gli uomini indossavano dei pantaloni a mezzagamba con calze di lana che li proteggevano alla bell’e meglio.

Le giacche solitamente di colore scuro, portavano invece bianchi bottoni, e come copricapo un semplice cappello.

Le Donne

Restavano in tema con i colori abbinati all’abito maschile, cioè bianco e rosso, impreziosito però da pizzi e ricami, dove la gonna ampia e di panno pesante nera, vedeva la continuazione con un corpetto sempre nero che chiuso sul davanti con un nastro rosso, impreziosiva l’abito.

Un grembiule colorato ma sempre con lo spiccato colore rosso, era a protezione della gonna, mentre la camicia vedva gioiosi merletti sul collo e sui polsini.

Uno scialle colorato anch’esso, ma forse non proprio utile per impedire al freddo di insinuarsi nelle ossa, completava il tutto, scialle che aveva anche lo scopo di copricapo nelle cerimonie in Chiesa.

Eventi

Il tipico costume lo si trova in diverse manifestazioni, che sorprende e da un senso di appartenenza dato che viene confezionato anche per i più piccoli, soprattutto nell’ambito dei Pasquali ( grande manifestazione di Pasqua dove sfilano delle portantine a tema religioso) al Palio delle Contrade, nelle serate di benvenuto agli ospiti sia estive che invernali, durante le celebrazioni religiose in onore dei Patroni e non solo.

Nel mentre, sognando i prossimi eventi col costume tipico in primis la Santa Pasqua, vi invitiamo a casa nostra: http://www.appartamentibormio.it/

 

 

 

Sarà tra i protagonisti a Bormio del Giro d’Italia 2017, lunedì 22 maggio il mitico Ivan Basso!

Andrà in avanscoperta sui tornanti dello Stelvio assieme agli amatori…

Ivan Basso in anteprima sul Passo Stelvio!

Nato a Gallarate nel 1977, famoso ciclista su strada e tra i migliori corridori degli anni 2000, vincitore assoluto di ben due giri d’Italia, sceglie di scalare il mitico passo Stelvio, il giorno prima della grande tappa, con gli appassionati delle 2 ruote!

 

Una vera anteprima, apertura dei giochi o chiamate l’evento come volete, di certo il più atteso tra gli eventi della 16ma tappa del Giro d’Italia 2017!

Programma

Ivan Basso, aspetterà i partecipanti alle ore 9.30: ritrovo c/o via Funivia fuori il nostro Residence http://www.appartamentibormio.it/ e farà la foto di rito con i partecipanti e alle ore 10.00 ci sarà la partenza per agguantare lo Stelvio!

Si potrà partecipare, dopo aver fatto l’iscrizione al sito (stelvio@bormio.eu), telefono (0342 903300) o direttamente presso l’Ufficio Turistico di Bormio (via Roma 131/b).

E un pregiato diploma verrà rilasciato ai partecipanti in cima al conquistato passo Stelvio, e ai fortunati primi cento che taglieranno il traguardo, porterà tanto di autografo del famoso “Ivan il  Terribile” assieme ad un gadget ambitissimo della linea Trek!

Il monopattino sportivo

Non solo Ivan Basso ma anche una delegazione di atleti finnici e  Cechi, con un simpatico monopattino,  le strade del Giro d’Italia: una grande impresa da sostenere!

Partiti 3 anni fa, nell’ambito del  Tour de France, eccoli cimentarsi in questo 2017 nel ben più difficile  Giro d’Italia, impresa resa ancora più ostica per le diverse condizioni meteo che sul lungo percorso troveranno, meno regolari rispetto alle tappe finora raggiunte!

Certo, i 3 572 km  del Giro d’Italia 2017, non sono uno scherzo per nessuno, perciò l’impresa ne ha davvero dello straordinario e noi siamo curiosissimi di vederli sui tornanti dello Stelvio!

Troverete questi simpatici atleti al seguente link: giro-ditalia-2012-2-38-980x400http://www.kickitaly2017.com/en/

 

 

 

Non solo giro ma tanti eventi ad esso legati!

Eccoci che al 23 maggio, a Bormio ci sarà l’arrivo della 16^ tappa del 100° Giro d’Italia ma un  ricco programma intratterrà grandi e piccoli nei giorni antecedenti!

 

Veri protagonisti: i passi alpini Valtellinesi

Lo continuiamo a ripetere: la tappa “Rovetta-Bormio” si preannuncia  affascinanti e certamente la più impegnativa del Giro: partenza da Rovetta (BG), scalata del Mortirolo e di tutti i versanti dello Stelvio (Cima Coppi del Giro), incluso per la prima volta nella storia l’Umbrail.

 

Gli eventi dell’attesa

Gli eventi collaterali al Giro d’Italia, sono molteplici e a Bormio si sta lavorando per dare un’ottima accoglienza a tutto il villaggio del Giro!

La zona delle Funivie (fuori il nostro residence http://www.appartamentibormio.it/) sarà protagonista  domenica 21 maggio  dalle 16.30 alle 23.00 per gli amanti del genere, con DJ Set & Voice Dj Gaby + special guest Dj Robby’s, uno strepitoso spettacolo di cabaret intratterà gli ospiti “Eccezionale veramente” con Massimo De Rosa e Davide D’Urso, mentre la baby dance e la voce di Lucia Capalbo e live music con Scramble & the Cats faranno divertire i piccoli amici.

Ivan Basso invece aspetta Lunedì 22 maggio aspetta tutti gli appassionati per scalare lo Stelvio e l’Umbrail in anteprima e in compagnia! Una cosa da non perdere!!

E vuoi non degustare le nostre prelibatezze? Dalle 19.00 nella famosa e centrale piazza del kuerc ecco la degustazione dei nostri prodotti tipici con l’apericena, e a seguire la skieda, ovvero la sciata con gli abiti ed attrezzature d’epoca!! Una vera chicca, con la neve (si, si, la neve vera!!) che coprirà parte della piazza intrattenendo tutti in un atmosfera d’altri tempi!

E finalmente ecco arpiazza del kuercrivare la data del 23 maggio con il grande appuntamento della tappa che arriva a Bormio, dove lo spettacolo sarà garantito da grandi professionisti in sfida su e giù per i tornanti dei passi valtellinesi!

Il passaggio del giro per le vie di Bormio!

Abbiamo detto che il 23 maggio, nel contesto del centenario del Giro d’Italia di Ciclismo, la carovana passerà per ben 2 volte a Bormio.

Dopo aver scalato Mortirolo, lo Stelvio e lo svizzero passo Umbrail, indiscutibilmente decisivo, vedremo i passaggi più duri sulle Alpi di questo Giro 2017. Certamente una tappa che resterà nella memoria dei tifosi e dei ciclisti per il variare dei dislivelli e del meteo che come sempre ci sorprenderà!tappa-16-giro-100

 

La tappa partirà da Rovetta in Val Camonica alle 10.25 con passaggio sul Mortirolo previsto tra le 12.55 e 13.15.
A Bormio  corridori dovrebbero attraversare il paese verso le 13.45 e 14.10, arrivare sul Passo dello Stelvio tra le 14.45 e le 15.22 e rientrare a Bormio circa alle le 16.47 e 17.40.

In base al meteo, alla fatica ed alla condizione dei concorrenti, tutti gli orari sono indicativi e passibili di  variazioni che si verificheranno quel giorno lì.

Leggiamo quindi i passaggi clou per le strade del nostro territorio:

1° passaggio –> da Bormio in direzione del Passo dello Stelvio
da loc. Capitania ingresso in via Milano – via Don Peccedi – ponte dell’Eden – via Serravalle – rotatoria via Serravalle – via Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia – via Battaglion Morbegno – ingresso piazzale Funivie – piazzale Funivie – uscita piazzale Funivie – rotatoria via Funivia – via Sant’Antonio – piazza S. Crocifisso – ponte di Combo – via Stefano Morcelli – piazza Cavour – via della Vittoria – via Monte Braulio – bv. per Passo Stelvio – via Stelvio – ss. 38 dello Stelvio – Passo dello Stelvio

2° passaggio –> arrivo di tappa a Bormio
via Stelvio – via Milano – via Don Peccedi – ponte dell’Eden – via Serravalle – via Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia – via Battaglion Morbegno – ingresso piazzale Funivie – piazzale Funivie (arrivo di tappa)

Il Giro e la nostra proposta per voi!

Come più volte detto in questi giorni, ecco le tariffe che il nostro Residence riserva in occasione di questo evento, ricordando che i nostri balconi avranno un affaccio su parte della carovana del Giro!http://www.appartamentibormio.it/offerta-giro-italia-bormio/

Colori in piazza a Bormio

Arrivando verso sera nella piazza del Kuerc di Bormio, ecco vedere la zona inondata di luce Rosa.

Si perchè assieme alla Chiesa sita a Tirano di Santa Perpetua, ecco un modo simpatico e allegro, per dare il Benvenuto al centesimo giro d’Italia!

Un pugno di giorni ci separano dal grande evento ciclistico, che vede il passaggio Valtellinese con tappe a Bormio e non solo.

E in concomitanza con la partenza della carovana di questo grande ed atteso avvenimento, ecco che la piazza del Kuerc a Bormio resterà illuminata con un cono di luce rosa fino alla fine del Giro.

 Eventi a Bormio a correlare la tappa

Sarà nella data del 21 Maggio che a Bormio andrà in scena la serata “Aspettando il giro”, dove musica e divertimento, la faranno da protagonisti a partire dal pomeriggio, che vedrà poi  una serata di grande festa in Via Funivie, di fronte allo Ski Stadium,con anche le voci di personaggi legati al mondo delle corse, proprio in prossimità del nostro Residence.http://www.appartamentibormio.it/offerta-giro-italia-bormio/

Anche Dj Gaby non vuole mancare nell’evento “Aspettando il Giro” di Bormio, assieme  al cabaret “Eccezionale Veramente” di Massimo de Rosa e Davide D’ Urso.

Anche per i più piccoli, diversi angoli e momenti di intrattenimento saranno alla portata di tutti, affinchè nessuno resti deluso o escluso in questo grande evento!

 

La Tappa

Il 22 maggio, giorno di riposo del Giro d’Italia, si terrà invece la scalata dello Stelvio in compagnia del testimonial Valtellina Ivan Basso con la partecipazione di giornalisti, blogger e appassionati, una kermesse che lega appassionati e aspiranti in un evento ad oggi unico nel suo genere.

Ma sarà il 23 Maggio, la data che terrà tutti col fiato sospeso: sarà una delle tappe più impegnative e belle della manifestazione: la 16^ tappa del Giro prevede 222 km con circa 5400 m di dislivello. E chi transiterà per primo a quota 1854 metri conquisterà punti doppi per la classifica della maglia azzurra e un premio speciale sul podio conclusivo di piazza Duomo a Milano.

Si prevede che i corridori passeranno per Bormio  tra le 13.45 e 14.10, sul Passo dello Stelvio tra le 14.45 e le 15.22 e il secondo passaggio nonchè l’arrivo a Bormio è previsto infine tra le 16.47 e 17.40. Ovviamente questi orari sono indicativi e potrebbero variare durante la gara.

 

 

Ricordiamo infine

che il truk, ovvero il mega camper firmato InLombardia, sarà presente per farci degustare i prodotti tipici con showCooking e promozione del nostro territorio attraverso i sapori delle nostre valli.

Template by Pixartprinting

Template by Pixartprinting

100° GIRO D’ITALIA – NAVETTA PASSO DELLO STELVIO  23 MAGGIO 2017

Abbiamo già detto in precedenti articoli che il 23 Maggio si giocherà il tutto per tutto sulle cime della Valtellina e del Passo Stelvio in modo particolare, per avere la meglio nella 16ma tappa del Giro d’Italia che festeggia il proprio centenario proprio in quest’edizione!

Vediamo i vari passaggi dell’itinerario per poi fornirvi le modalità per raggiungere il Passo Stelvio e godersi così tutto lo spettacolo della giornata! giro_ditalia

La tappa

Si ha la partenza da Rovetta ( i più esperti si ricorderanno che fu già città di partenza nel 2008) e dopo una  leggera salita che porta i concorrenti  a Edolo, si scala il Mortirolo da Monno .
Un primo veloce passaggio arrivando a Bormio, vedrà i ciclisti dirigersi  verso i tortuosi tornanti  del Passo dello Stelvio (Cima Coppi) per raggiungere Prato allo Stelvio e Glorenza, fare una capatina  sconfinando in Svizzera e imbattersi sull’Umbrail Pass, e  a soli 3 km dalla vetta dello Stelvio, ecco che  il giro rientra in Italia dopo il passaggio svizzero,  e quindi si imbocca la discesa che porta a Bormio,  che ricordiamo si avvale, leggendo  negli annuari,  di ben  otto partenze e sei arrivi nella storia del Giro.
Gli ultimi venti chilometri, sono sostanzialmente in discesa.
Scegliete la vostra sistemazione,  ricordandovi che casa nostra  è situata proprio nel cuore dell’evento a Bormio! http://www.appartamentibormio.it/
Il servizio navetta
L’automobilistica Perego, ovvero l’azienda che si occupa dei trasporti a Bormio, mette a disposizione per la giornata del 23 maggio, un servizio navetta che porta i turisti al Passo Stelvio, dando la possibilità di vivere da protagonisti, la tappa di Bormio nel punto più strategico del giro!
Ecco il programma ed i costi per avvalersi di questo comodo servizio:
Ore 10:00: Partenza in bus dalla Stazione Perego di Bormio per il Passo dello Stelvio
Ore 14:30: Visione passaggio della tappa al Passo dello Stelvio
Ore 15:30: Partenza in bus dal Passo dello Stelvio alla 4° Cantoniera
Ore 16:30: Visione passaggio della tappa alla 4° Cantoniera
Ore 17:00: Rientro in bus a Bormio
QUOTA DI PARTECIPAZIONE € 11,00

PIl giorno 23 maggio, il Giro arriverà a Bormio dopo essersi  lasciato alle spalle quella che per definizione, sembra essere la tappa più attesa del 2017, che vedrà i ciclisti superare i passi alpini più faticosi di sempre!

Dopo aver superato il Mortirolo, lo Stelvio con la famosa Cima Coppi, e il passo Umbrail (versante svizzero dello Stelvio), giungerà  a Bormio, proprio difronte al nostro residence! http://www.appartamentibormio.it/

La sedicesima tappa

Sarà sicuramente tra le più dure del Giro, la sedicesima tappa che potrebbe definire un primo profilo del vincitore dell’edizione 2017.

Ben 227 i chilometri che si alterneranno tra salite e discese mozzafiato, tra meteo variabili e splendidi scenari che cambiano di continuo nel percorso, e con una certa distanza percorsa da inizio gara, sarà certamente una tappa che resterà nella memoria!

La giornata n. 16 porterà il gruppo su due delle salite più prestigiose e leggendarie, il Passo del Mortirolo e il Passo dello Stelvio, la più classica delle Cime Coppi.

Dopo la partenza da Rovetta che si trova a Bergamo, si seguirà la val Camonica per l’incontro col passo del Mortirolo, scenderanno poi dal versante di Grosio, alla volta di Bormio e del passo Stelvio, poi scenderanno dal versante Svizzero, per poi tornare a confluire verso Bormio.. Insomma, risulta difficile persino spiegarlo!!

Certo è che gli sforzi per giungere a fine di questa tappa, saranno davvero immani, fisico, tecnica, allenamento e testa saranno gli ingredienti che saranno messi in campo per superare i tornanti, i chilometri, il clima e il meteo.

Certo è che l’aver scelto i nostri passi alpini per il centenario del Giro d’Italia, non fa che confermare che la nostra sia una zona dalle mille caratteristiche, adatta alla pratica di ogni sport, una valle che offre attrazioni trecentosessantacinque giorni l’anno!

Ti aspettiamo, sottolineando che proprio fuori casa nostra, ci saranno molti eventi che renderanno ancora più magica la vostra vacanza!

giro-italia-2017-altimetria-tappa-16