Home Tags Posts tagged with "castello de simoni"

castello de simoni

La Ski area

Tante volte abbiamo parlato della nostra cittadina, del clima, delle bellezze naturali. Ciò rende famosa Bormio sia durante il periodo invernale che estivo, sia come meta per praticare lo sci e i vari sport sulla neve, grazie anche alla presenza di molte piste da sci adatte sia per i principianti che per gli esperti, bambini compresi grazie alla rinomata e ambita pista Stelvio, sede di innumerevoli gare anche a livello mondiale. Diverse le scuole sci che lavorano per i turisti sia con corsi collettivi che privati e singoli, così come scuola per imparare ad andare con lo snowboard, proprio difronte alla nostra struttura troverete comodamente sia i noleggi che la partenza degli impianti, così come il babyclub per intrattenere i vostri piccoli.  Sulla ski area facilmente raggiungibile anche per chi non scia, sono i rifugi e ristori con solarium dove prendere il sole comodamente abbandonati sulle sdraio, e naturalmente gustare i tanti piatti tipici che le cucine propongono!

I dintorni in estate

Skiarea che in estate si trasforma per gli amanti della bici, infatti diversi percorsi per mountain bike si snodano sui verdi pendii, compreso un bike park per i più arditi che vogliono cimentarsi in acrobazie sulle due ruote.

L’essere nel centro del Parco nazionale dello Stelvio, ha permesso nel tempo di tutelare diverse specie rare di piante, che sono state raccolte presso il Giardino Botanico Alpino, nato proprio con l’intento di promuovere e far conoscere le specie in modo particolare quelle autoctone che crescono spontaneamente nel Parco.

Durante il periodo estivo è consigliata la visita, quando tutte le piante danno il meglio essendo in piena fioritura.

Tappa da non perdere invece, nella vicina Valdidentro a pochi chilometri dal nostro residence, troviamo due bacini idrici artificiali conosciuti come i Laghi di Cancano, costituiti da due bacini che prendono il nome dalle località di San Giacomo, e di Cancano.

Prima di raggiungere la zona, si incontra sul percorso, ciò che resta delle Torri di Fraele, costruzioni antiche che fingevano da baluardo alla valle data la via di transito commerciale che nei pressi passava, e poi si viene accolti dal lago Scale nella valle di Fraele che porta appunto il nome della conca che lo ospita, stupendo esempio di lago di montagna.

Le stradine ed i vicoli di Bormio

La nostra cittadina è caratterizzata da diversi camminamenti soprattutto nei pressi del centro storico, fatti di ciottolato dove una volta a passare erano solo i carri, vicoli stretti e spesso si affacciano i portali di legno delle antiche dimore storiche delle famiglie nobili del Contado.

Ciò permette di passeggiare in centro, ora sede delle vie principali dello shopping  e zona a traffico limitato, ammirando questi viottoli e le case che presentano bovindi  e balconi spesso dipinti e con gli stemmi delle famiglie che nel tempo ci hanno vissuto.

Utilissimo ed attivo da anni, il servizio bus navette che porta in ogni angolo del paese, a beneficio di tutti e con una comoda gratuità d’utilizzo.

Ricordiamo che casa nostra si trova proprio in una zona comoda: dirimpettaia alla partenza degli impianti di risalita e a pochi metri dall’accesso del centro.    eventi a bormiohttp://www.appartamentibormio.it/

 

 

 

I punti di interesse nel centro storico di Bormio.

Se a seguito della nostra proposta di vacanze legate al passaggio del Giro d’Italia avete prenotato,  http://www.appartamentibormio.it/offerta-giro-italia-bormio/ecco qualche esempio sul cosa visitare in quel frangente: la suddivisione del Contado in 5 contrade, vede diversi punti di interesse non solo paesaggistici ma anche del centro Storico di Bormio..Andiamo a vedere di cosa si tratta.

Palazzi e Piazze

  • Simbolo di Bormio troviamo la piazza principale detta del Kuerc o Cavour ove si svolgevano importanti assemblee del popolo e dove svetta la famosa Bajona ovvero la campana che nel tempo segnava l’orario di assemblee ed incontri, vero simbolo e centro storico di Bormio.
  • Torre delle Ore o Bajona con il Kuerc è uno dei simboli della città. Il suo nome “Bajona” è dovuto all’enorme campana che venne distrutta nel 1376..
  • In prossimità della Piazza del Kuerc, all’arrivo dell’isola Pedonale e dello shopping, ecco il Palazzo Pretorio, che da anni ospita la sede della Comunità Montana dell’Alta Valtellina.
  • Una delle famiglie più famose ed influenti di Bormio, titolari del Palazzo de Simoni che ospita oggi  il Museo Civico, presentava uno stemma ancora ben visibile sopra il portone ligneo d’accesso che è stata sede del municipio di Bormio per parecchi anni, consigliatissima la visita oltre che al Palazzo, anche al museo al suo interno.
  • Si consiglia inoltre una capatina nella zona Alberti così chiamata in quanto i caseggiati di loro proprietà in quell’aera erano diversi, acquisendo così il nome di Quadrilatero degli Alberti, in prossimità della piazza del Kuerc che porta verso il Palazzo De Simoni. È un complesso di edifici e palazzi di proprietà della nobile famiglia Bormina degli Alberti.
  • In questo complesso detto Alberti, svetta la Torre Alberti (chiamata anche Torre Marioli o Torre di Dossiglio) nella centrale isola pedonale di Via Roma risulta alta 24 metri ed è realizzata interamente in pietra grigia, chiaramente visibile al passaggio. 
  • Attraversando poi il centro storico, portandosi verso la moderna zona delle Funivie, ecco spiccare il Ponte di Combo, di cui già nel 1300 risultava come unica via d’entrata e di uscita da Bormio per chi giungeva dalla Repubblica di Venezia attraverso il Passo Gavia.  

Noi vi aspettiamo, lieti di spiegarvi i punti strategici e che fanno parte del Centro Storico della nostra bella Bormio!  http://www.appartamentibormio.it/

Castello de Simoni a Bormio

Castello de Simoni a Bormio Foto: Confortola

 

 

Forse non a tutti è noto che tra gli sport che si possono praticare a Bormio c’è il Curling!

Che cos’è?

Stiamo parlando di una pista coperta del palazzo del Ghiaccio, di cui Bormio è una delle poche località alpine italiane da pregiarsi di poter offrire  questo sport così particolare e divertente ai turisti e non solo.

Il Gruppo di Gestione Curling di Bormio, oltre ad aiutare dando le dritte iniziali, fornirà tutta l’attrezzatura e i suggerimenti per potersi cimentare in questo sport.

 

Le Origini

Sono poco chiare le origini di questo sport dai chiari lineamenti inglesi, dove si presuppone che nel 1500 si ritrova una “stone” ovvero una “pietra” che serve per il gioco.

Ma pure stati come il Canada e la Svizzera, così come i paesi nordici e scandinavi, è molto conosciuto e praticato.

Notevole interesse lo ha destato anche l’inserimento durante le ultime edizioni dei Giochi Olimpici dando così la possibilità di farsi conoscere da più popolazioni.

Regole

Quattro sono i componenti di ogni squadra, col compito di lanciare queste pietre pesanti in granito definite”stones” e delle  scope che servono a levigare il ghiaccio affinche la pietra raggiunga o si avvicini il più possibile  la casa, costituita da diversi anelli di colore diverso presenti sulla pista.

Dopo il lancio della pietra, i componenti della squadra, si adoperano lisciando la pista cercando di creare la situazione giusta affinchè sia la velocità che la direzione della pietra vadano verso il risultato vittorioso.

Chiaramente la pista non è dotata di un semplice strato di ghiaccio, bensì con scrupolo e attenzione viene preparata e livellata per poter permettere il regolare sviluppo del gioco.

 

Apertura, tariffe e prenotazioni

Il Curling a Bormio è aperto da fine novembre fino al termine della stagione invernale.

Mattino: € 30
Pomeriggio: € 40
Sera: € 50

Certo è che anche in questo sport particolare, Bormio da la possibilità agli ospiti del nostro residence http://www.appartamentibormio.it/ di usufruire di un’alternativa per il divertimento a Bormio.

11489223044imgpost11489223044imgpost

 

Castello de Simoni: tradizione medioevale

Abbiamo già parlato, in articoli precedenti, come Bormio sia sempre una meta apprezzata per i suoi palazzi e monumenti e come, gli stessi, rappresentano la storia e le tradizioni bormine in tutto l’Arco Alpino.

Fra i vari monumenti che non dovrete perdervi, durante la vostra vacanza a Bormio c’è sicuramente il Castello de Simoni, un palazzo del diciottesimo secolo sorto accanto ad una torre medioevale e, attualmente, la sede del Comune di Bormio.

Castello de Simoni a Bormio

Castello de Simoni a Bormio Foto: Confortola

Secondo il Besta, la torre medioevale, dovrebbe essere stata una delle torri di un ulteriore castello che sorgeva a Bormio oltre, al noto di SS: Pietro e Paolo, di proprietà dei Venosta.

La torre si caratterizza con la sua imponente altezza che supera i 20 metri e le feritoie a croce che rappresentavano l’avanposto per la protezione del castello da parte dei balestrieri.

Il resto dell’edificio presenta invece il portale e i davanzali in pietra, un portone in legno massiccio, delle particolari aperture “a mandorla” nel sottotetto e una “cappella” privata interna. Sicuramente l’esterno del Comune rappresenta un opera molto bene conservata e di piacevole emotività ma l’interno è sicuramente la sua espressione più prestigiosa. Affascinanti “stue di legno intagliato”, pavimenti in pietra e legno, stufe in maiolica e cornici del settecento innalzano il livello di questo edificio sia per il valore storico sia per la sua conservazione.

Non manca poi, sul retro del Comune di Bormio, un giardino fiorito e protetto da mura risalenti al medioevo.

Sicuramente, durante le vostre camminate per le vie di Bormio il Castello de Simoni merita un po del vostro tempo, perchè rappresenta, in modo indelebile, una fase della vita bormina e del suo Contado.

Vi aspettiamo quindi al Residence Pedranzini di Bormio!