Home Tags Posts tagged with "Carnevàl di Mat"

Carnevàl di Mat

Chi dice Bormio, spesso dice Terme.

si perchè le acque Termali della zona, portano benissimo i migliaia di anni che hanno sulle spalle..

Un tuffo non solo nel relax, ma soprattutto nella storia.

Acque calde che sgorgano a circa quaranta gradi, note fin dai tempi romani, e a farne parola negli scritti di allora Plinio il Vecchio e Cassiodoro, sono protagoniste delle vacanze di molti.

I famosi romani lasciano il segno nel parco termale, difatti si trova sia la fonte Pliniana che la vasca di Cassiodoro

Queste acque vengono raccolte e proposte tramite tre centri: Bormio Terme, Bagni Nuovi e Bagni Vecchi: il relax è assicurato per tutta la famiglia.

Oltre che di benessere mentale dato dal calore e dal relax, le proprietà curative e benefiche, si ripercuotono anche sulla salute, avendo molteplici caratteristiche che apportano miglioramenti generali e sono ottime coadiuvanti per curare le infiammazioni e diverse malattie, e anche per una riabilitazione post interventi.

Le strutture permettono di generare benefici per tutti i componenti della famiglia, in quanto diverse aree dedicate, lasciano spazio per il divertimento di  grandi e piccini..

Tinozze all’aperto, percorsi per la circolazione, vasche nelle logge panoramiche, saune, bagno turco, o semplicemente zone per il relax, sono i componenti attivi di queste terme.

Si diversificano le tre strutture non per le acque dato che la captazione avviene dalle medesime fonti, ma per le caratteristiche dell’offerta.

Bormio Terme si offre infatti ad una clientela familiare, avendo predisposto al suo interno delle zone per i bambini, e spazi a loro dedicati, compreso di acquascivolo, senza dimenticarsi logge termali per i grandi, thermarium e una piscina per allenamento.

I Bagni Nuovi invece presentano settori diversi, sia esterni che interni, luci, aromi, e trattamenti di benessere, zone relax su comodi cuscinoni, accesi i  caminetti, e la sconfitta delle tenebre durante le aperture serali ricche di emozioni e atmosfera.

 

I Bagni Vecchi ricchi di storia, con le grotte e i cunicoli che si snodano nelle viscere della montagna, offrono una spettacolare vasca panoramica con affaccio sulla cittadina di Bormio.

Questi ed altri dettagli vi verranno raccontati una volta ospiti nella nostra casa, per potervi meglio indirizzare nella scelta.. vi aspettiamo: http://www.appartamentibormio.it/

Bormio Terme a bormio

La Ski area

Tante volte abbiamo parlato della nostra cittadina, del clima, delle bellezze naturali. Ciò rende famosa Bormio sia durante il periodo invernale che estivo, sia come meta per praticare lo sci e i vari sport sulla neve, grazie anche alla presenza di molte piste da sci adatte sia per i principianti che per gli esperti, bambini compresi grazie alla rinomata e ambita pista Stelvio, sede di innumerevoli gare anche a livello mondiale. Diverse le scuole sci che lavorano per i turisti sia con corsi collettivi che privati e singoli, così come scuola per imparare ad andare con lo snowboard, proprio difronte alla nostra struttura troverete comodamente sia i noleggi che la partenza degli impianti, così come il babyclub per intrattenere i vostri piccoli.  Sulla ski area facilmente raggiungibile anche per chi non scia, sono i rifugi e ristori con solarium dove prendere il sole comodamente abbandonati sulle sdraio, e naturalmente gustare i tanti piatti tipici che le cucine propongono!

I dintorni in estate

Skiarea che in estate si trasforma per gli amanti della bici, infatti diversi percorsi per mountain bike si snodano sui verdi pendii, compreso un bike park per i più arditi che vogliono cimentarsi in acrobazie sulle due ruote.

L’essere nel centro del Parco nazionale dello Stelvio, ha permesso nel tempo di tutelare diverse specie rare di piante, che sono state raccolte presso il Giardino Botanico Alpino, nato proprio con l’intento di promuovere e far conoscere le specie in modo particolare quelle autoctone che crescono spontaneamente nel Parco.

Durante il periodo estivo è consigliata la visita, quando tutte le piante danno il meglio essendo in piena fioritura.

Tappa da non perdere invece, nella vicina Valdidentro a pochi chilometri dal nostro residence, troviamo due bacini idrici artificiali conosciuti come i Laghi di Cancano, costituiti da due bacini che prendono il nome dalle località di San Giacomo, e di Cancano.

Prima di raggiungere la zona, si incontra sul percorso, ciò che resta delle Torri di Fraele, costruzioni antiche che fingevano da baluardo alla valle data la via di transito commerciale che nei pressi passava, e poi si viene accolti dal lago Scale nella valle di Fraele che porta appunto il nome della conca che lo ospita, stupendo esempio di lago di montagna.

Le stradine ed i vicoli di Bormio

La nostra cittadina è caratterizzata da diversi camminamenti soprattutto nei pressi del centro storico, fatti di ciottolato dove una volta a passare erano solo i carri, vicoli stretti e spesso si affacciano i portali di legno delle antiche dimore storiche delle famiglie nobili del Contado.

Ciò permette di passeggiare in centro, ora sede delle vie principali dello shopping  e zona a traffico limitato, ammirando questi viottoli e le case che presentano bovindi  e balconi spesso dipinti e con gli stemmi delle famiglie che nel tempo ci hanno vissuto.

Utilissimo ed attivo da anni, il servizio bus navette che porta in ogni angolo del paese, a beneficio di tutti e con una comoda gratuità d’utilizzo.

Ricordiamo che casa nostra si trova proprio in una zona comoda: dirimpettaia alla partenza degli impianti di risalita e a pochi metri dall’accesso del centro.    eventi a bormiohttp://www.appartamentibormio.it/

 

 

 

Il passato che rivive nella tradizione.

La gioventù di Bormio durante i giorni di fine inverno, individuava  il Podestà di Mat (Podestà dei Matti), ovvero una figura che rappresentasse il  principe eletto che poi avrebbe subito le burla e le critiche e  che si sarebbe sostituito  al Podestà grigione che governava il paese, ovvero quello che oggi è il Sindaco.

Restava in auge solo una settimana divertendosi, e analizzando le varie richieste che nel mentre il paese inviava, solitamente goliardiche, scherzose e senza serietà alcuna.

Tutto avveniva il martedì grasso, dove a seguito del corteo di Carnevale allora composto da musicisti, da uomini mascherati in sella ai cavalli, accompagnavano in piazza il Podestà.

Spesso si ironizzava sulla persona eletta, dai difetti fisici alle malefatte del presente, e poi il Poesta avrebbe dovuto elencare una serie di editti relativi a persone o eventi accaduti nel paese.

Si portava così a conoscenza di piccole e grandi malefatte sia per la gestione economica e politica del paese e quindi della società, soprattutto cose che invece non si volevano fare sapere..

Durante questo periodo di norma di una settimana, il podesta veniva onorato di doni e tasse anche dalle valli vicine.

Doni che poi servivano per il popolo in quanto l’ultimo giorno prima della fine del mandato, il popolo si trovava nella piazza e veniva cucinata e distribuita  la polenta da distribuire ai poveri.

Ma oggi che accade al Carnevàl di Mat e al Sindaco?

Le cose cambiano e mutano, ma una certa rivisitazione della tradizione, si  mantiene restando fedeli al carneval di Matt.

Il Podestà è sostituito dal Sindaco, e la compagnia dei Matt capeggiata da Arlecchino legge le lettere che durante i giorni precedenti vengono consegnate in modo anonimo nella cassetta presente in piazza.

Pettegolezzi e ironia non mancano nel lungo elenco di lamentele che caratterizzano le lettere, da problemi che i cittadini vivono su incombenze mancate da parte del Comune, a caricature simpatiche dei membri dell’amministrazione.

Segue poi il pranzo comunitario, fatto di polenta mentre nel pomeriggio la classica sfilata delle mascherine allietano la giornata in compagnia del Podestà e degli Arlecchini della Compagnia.

Programma del Carnevale

  • ore 11.15: Spodestamento del Sindaco, Incoronazione del Podestà di Matt e lettura della Posta di Mat;
  • ore 13.00: Sciòlver di Mat e polentata dei poveri;
  • ore 14.00: ritrovo in piazzetta S.Vitale, sfilata delle mascherine con la Compagnia di Matt e la Gioventù Bormiese;
  •  intrattenimenti, giochi e premiazione delle mascherine.

Non perdetevi il Carnevàl di Mat Domenica 26 febbraio, in piazza del Kuerc.

Siamo lieti di attendervi in uno dei nostri appartamenti per vivere un carnevale diverso: http://www.appartamentibormio.it/

podestà2012_212-980x400

Ed eccoci arrivati nelle settimane clou di  Febbraio dove il carnevale la fa da padrone tra un evento e l’latro.

Splendide giornate di sole continuano ad accompagnare le sciate e le passeggiate nel nostro comprensorio.

Ecco alcuni suggerimenti sul da farsi a Bormio questa settimana in maschera.

Programma

20 febbraio, Lunedì

  •  nel pomeriggio a partire dalle ore 18.00 va in scena la  Serata dell’Ospite a S. Caterina Valfurva

dove si farà la presentazione della località grazie alla  proiezione di filmati, balli e vin brulè nella piccola ma graziosa piazza del paese.

  • Circa con la stessa modalità ma questa volta a Bormio ecco la serata dell’ Ospite a partire dalle ore ore 21.15 Serata di Benvenuto a Bormio nella piazza Cavour/Kuerc

21 febbraio Martedì

  • In Valdidentro la proposta gettonatissima dello skialp in notturna, dalle ore 17.00 alle ore 22.00, dove la pista è aperta per praticare lo sci alpinismo nella skiarea della Cima Piazzi Happy Mountain , dove è obbligatorio  oltre che consigliatissimo, l’uso della pila frontale
  • Santa Caterina prevede invece alle ore 21.00 un’allegra Ciaspolata con Marco Confortola, l’esperto di montagna che allieterà l’uscita con dettagli e aneddoti.

22 febbraio Mercoledì

  • In mattinata alle ore 9.30 l’scursione diurna con le ciaspole accompagnati da un guida partendo dall’ufficio Turisitco di Santa Caterina
  • Dedichiamo la mattinata alla lettura ..Interessante proposta della Biblioteca Civica di Bormio alle ore 10.30 dal titolo Mi leggi un libro? rivolta ai  bambini da 0 a 3 anni
  • Nel pomeriggio si legge invece per i più grandicelli, sempre presso la Biblioteca civica dalle ore ore 17.00 ma in lingua inglese dal titolo ” Once upon a time…  “
  • E poi Relax nelle acque termali di Bormio grazie alla notte al chiaro di luna… una serata a Bormio Terme

Scegliete la soluzione che più vi piace, vi aspettiamo a Bormio presso il nostro Residence.http://www.appartamentibormio.it/

IMG_2378

Bormio presenta il Carnevàl di Mat

Carnevàl di Mat a Bormio

Carnevàl di Mat a Bormio

Arriva il carnevale e, anche Bormio, si prepara alla festa più pazza dell’anno. Domenica 15 febbraio arriva, nella piazza del Kuerc il “Càrneval di Mat“, una tradizionale manifestazione del passato ancora viva e di immenso valore emotivo.

L’origine del “Carnevàl di Mat” a Bormio ha origini lontanissime in cui i giovani del paese eleggevano il “Podestà di Mat” che sarebbe stato, nel periodo carnevalesco, il sostituto del Podestà griogione che , al contempo governava la città. L’unica regola che il nuovo podestà avrebbe dovuto seguire era quella del divertimento, del piacere e non doveva assolutamente occuparsi di problematiche serie!

La sua investitura prevedeva una vera e propria cerimonia, seguita da tutti i concittadini e si svolgeva il martedì dell’ultima settimana di carnevale. La cerimonia d’investitura prevedeva un lungo corteo carnevalesco, per le vie della città, per portare dalla sua abitazione fino alla piazza del Kuerc il nuovo Podestà.

In questo corteo, oltre al futuro podestà partecipavano il “dottore”, i musici, la brigata dei matti a cavallo e l’Arlecchino che con canti e balli accompagnavano il nuovo regnante. Arrivati nella piazza del Kuerc veniva letto un discorso da parte del dottore e ripetuto ad alta voce, per rendere partecipe tutta la Valle, dall’Arlecchino. Ma il discorso non era un momento di grande orgoglio per il prescelto; infatti il contenuto dello stesso prevedeva i difetti e le caratteristiche più critiche dell’eletto.

Terminato il monologo, arrivava la fase della “trascrizione degli ordini” seguiti da storielle, che oggi chiameremo gossip, sugli abitanti di Bormio (Contado) e su tutto quando era stato vissuto nelle città: dalle cose più pubbliche e conosciute a quelle strettamente private!

Terminata la manifestazione iniziava la settimana del regno, in cui il Podestà e la compagnia dei matti, riscuotevano tasse e doni da Bormio e dai paesi attigui.

Ma questa tradizione, ancora oggi molto viva e richiesta, andrà ad essere presentata il 15 febbraio con una fedele rivisitazione del passato. Quindi preparatevi il nuovo podestà è alle porte e, per un giorno, comanderà il Contado di Bormio.

Se volete vivere da protagonisti questa avventura carnevalesca vi aspettiamo nei nostri appartamenti a Bormio: contattate il residence Pedranzini!