Home Tags Posts tagged with "bormio terme"

bormio terme

Di cosa stiamo parlando? Dunque, la Vallata è ben famosa, rientra infatti tra gli itinerari più semplici da percorrere soprattutto con le famiglie e i bambini che ben si intratterranno coi numerosi girini presenti nel laghetto antistante il rifugio.

Ma allora di che fortino parliamo?

In un’ epoca ben lontana all’inizio del secolo scorso, si costituisce in un angolo in fondo alla Vallata un fortino a tutela del confine svizzero-italico nella val Viola, in alta Valtellina.

Gestito dalla guardia di finanza, dall’aspetto austero con le grate alle finestre ed un colore che il più possibile si mimetizza nell’ambiente,
 aveva il ruolo di sorveglianza e controllo delle zone confinanti, non prendendo parte al conflitto bellico in nessun modo.

Fino agli anni cinquanta, il fortino svolge il ruolo di controllo e resta gestito dal corpo militare, poi successivamente, abbandonata e lasciata al suo destino.

Questo comporta una grave perdita di preziosi cimeli in essi contenuti, diventa luogo di razzie e poi successivamente un ricovero fortuito per cacciatori e pastori che frequentano la zona.

Negli anni settanta, un abitante della zona, signor Fraquelli, abituale frequentatore della vallata, intravede nel fortino, una possibile ristrutturazione e nasce così il rifugio Viola, con la sua determinazione, subisce delle migliore e trasformazioni, fino a farlo diventare ai giorni nostri come meta irrinunciabile delle vacanze estive.

Non vi resta che fare una bella passeggiata in questa splendida vallata con l’assaggio del menu tipico di montagna che li si prepara!

Se ne sente parlare spesso di queste famose terme libere di Bormio, ma cosa sono e dove sono? Ci troviamo a pochi chilometri dal nostro residence e, proprio dove le sorgente regalano all’ambiente alpino dell’alta Valtellina, corsi di acqua calda, regolamentata da fonte captate che da anni, regalano attimi di benessere nelle strutture termali della zona.

Le terme libere di Bormio , conosciute e menzionate persino nell’antichità, prendono il nome dal grande Leonardo da Vinci, che ha lasciato testimonianza della sua visita nei propri scritti, immortalando il nome della celebre località termale nel famosissimo Codice Atlantico.

Fu il duca di Milano Ludovico il Moro a inviare Leonardo per un sopralluogo che doveva essere funzionale alla regimazione idraulica del bacino dell’Adda. E di li, ecco, che la testimonianza vissuta, venne scritta, tramandata e diffusa in ogni dove.

I bagni liberi di Bormio si trovano nel contesto dal Parco dello Stelvio e sono costituiti da vasche che raccolgono le acque in eccesso degli stabilimenti dei Bagni Vecchi e dei Bagni Nuovi. Proprio nell’alveo del fiume, ecco ergersi una piccola pozza di pochi metri di diametri, incastonata dei salti e nei massi che la corrente fa incontrare in questo piccolo e curioso angolo di benessere a cielo aperto

Questo luogo fatato si raggiunge dopo un pezzettino di strada sterrata, si attraversa una passerella e poi ci si può immergere in questa piccola oasi di acqua calda.

La località in cui si trovano le terme libere di Bormio è posta in quota, dunque la temperatura è piuttosto bassa anche in estate: è consigliato, tenuto conto anche la variabilità del tempo in montagna, portarsi dietro un abbigliamento consono, ma sempre a temperature gradevoli attorno ai trenta gradi.

Se siete amanti della fotografia, portatevi dietro la vostra macchina, perché la pozza di Leonardo è inserita nel contesto di una corolla di vette alpine,spesso innevate ma che regalano comunque panorami mozzafiato durante ogni periodo che vi farete visita.. Si tratta quindi di un panorama veramente difficile da trovare altrove, e che avrete piacere di immortalare con qualche scatto ben fatto.

La curiosità del luogo è data anche dal fatto, che ai tempi addietro, non erano certo così considerate le acque termali, spesso avevano usi giornalieri comuni, come per lavare le pecore e spesso venivano lasciate come scarichi nel terreno, solo dopo molto tempo si è imparato a capirne l’importanza per la salute e per il turismo.

Si raccomanda solo una capatina veloce, la zona non è in sicurezza e potrebbe dare qualche problema sia per essere raggiunta che per goderne i benefici, il nostro consiglio resta quello di passare per una veloce e curiosa visita ma di lasciarsi poi coccolare dalle altre strutture che ben si prenderanno cura di noi….

Se la tua grande passione è Sciare in neve fresca ecco l’evento che fa per te

Dal 16 al 24 marzo 2019 partecipa al Bormio Freeride Festival.

Lo sci nella sua espressione più libera ed emozionante ha inizio in questi giorni. Non farti cogliere impreparato, soprattutto dopo le ultime nevicate!
Partecipare a questo Festival di Bormio, ti aiuta ad entrare in contatto con ambienti inesplorati e vivere il freeride nella sua accezione più autentica.

Partecipa al BORMIO FREERIDE FESTIVAL

Oltre alle uscite in neve fresca

  • ritrova te stesso partecipando alla lezione di Snow Yoga;
  • ammira l’alba a 3000 metri e goditi la discesa dopo un’energizzante colazione grazie alla Sunrise Experience;
  • partecipa alle ciaspolate alla scoperta dei meravigliosi paesaggi del Parco Nazionale dello Stelvio;
  • iscriviti alle giornate di eliski per fuoripista da sogni o voli panoramici per godere dei paesaggi innevati

Inoltre non mancheranno cene tipiche, party a tema, e animazione con dj e con la collaborazione di Trento Film Festival e del CAI di Bormio verrà proposta, presso la sala di Bormio Terme, una serata culturale aperta a tutti con la proiezione di film legati al mondo freeride

Bormio Freeride Festival

L’evento si terrà in collaborazione con Guide Alpine Bormio, Maestri di Sci con specializzazione Freeride, Parco Nazionale dello Stelvio e Regione Lombardia.

Nove giorni ricchi di attività di vario livello di difficoltà coinvolgeranno sia principianti che esperti, sia adulti che bambini in un’atmosfera di sport, amicizia e divertimento. Cosa manca? Nulla, tanto sole e divertimento in totale sicurezza per gli appassionati del genere.

E’ arrivata la bella stagione primaverile, le nevi dell’inverno lasciano il tempo per le prime uscite con gli sci d’alpinismo sulle nostre montagne.

Anche nei rifugi è tutto pronto per la riapertura nel gruppo Ortler-Cevedale, in Valfurva e nel comprensorio di Bormio.

E così, dopo febbraio che sembrava non finisse mai, eccoci a marzo e si ricomincia con lo scialpinismo di classe nelle magnifiche valli del Parco Nazionale dello Stelvio e nelle aree limitrofe. Vette che sfiorano anche i 4000 metri in un paesaggio incontaminato.
Scopriamo ora assieme, le regole d’oro dello scialpinismo, così da raggiungere in sicurezza i rifugi aperti.

finora abbiamo praticato questo sport, sulle piste ben identificate e in percorsi che vedono le salite a lato degli impianti di risalita, ma ora che i rifugi sono aperti, ci si apre al vero divertimento.

Scialpinismo, le 4 regole d’oro

  1. Prima di tutto devi sempre portare con te il kit di autosoccorso in valanga (ARTVA, pala e sonda).
    Sembra una banalità ma questa accortezza ti permette di essere soccorso in caso di necessità e di prenderti cura della vita degli altri. Anche per le persone più esperte è importante dedicare del tempo ad apprendere come utilizzare al meglio l’attrezzatura, soprattutto ad inizio stagione. Le Guide Alpine svolgono regolarmente dei corsi di utilizzo ed aggiornamento, quindi se hai dei dubbi o non ti ricordi come intervenire, alle volte basta un’ora del tuo tempo per fare la differenza.
  2. Non dimenticare che ti trovi in un ambiente alpino severo e devi assicurarti di avere con te unabbigliamento adeguato anche per i possibili cambi di meteo improvvisi.
  3. Consulta sempre più di una previsione prima di intraprendere una gita e leggi il bollettino valanghe emesso da Arpa Lombardia (che ha sede proprio a Bormio).
  4. Un’ultima cosa, cerca sempre di scegliere dei percorsi adatti alla tua preparazione e alle condizioni fisiche del gruppo. L’escursione va sempre organizzata prendendo come riferimento il livello della persona più debole.

Ecco qui gli eventi principali protagonisti del mese più caldo dell’estate..Agosto, paese mio non ti conosco, scappo a Bormio e mi godo le vacanze!!

Protagonista con appuntamenti ricorrenti settimanalmente, ecco la montagna di Valfurva che si presenta con pedalate grazie al Bike Center nel parco nazionale dello Stelvio, e cosa dire delle fantastiche uscite in fuoristrada di mezza giornata con le destinazioni di val Zebrù, val Cedec, e Gavia, oppure una bella merendina a casa del pastore durante la visita alla Malga dell’alpe.

Confermate anche le visite guidate al centro storico di Bormio, alle storiche chiese e alla famosa cantina Braulio dopo i recenti lavori di ampliamento.

Serate a tema con le storie degli alpinisti locali e non, raccontate direttamente dai protagonisti o dai Cai dell’alta Valtellina, in serate di proiezioni, che fanno rima con emozioni d’alta quota.

Le vostre vacanze vedranno anche concerti dei nostri famosi cori, nei giardini, nelle corti o nelle chiese, mentre per mano ci prenderanno le guide alpine che ci porteranno in escursione sui sentieri del parco nazionale dello Stelvio, parco che copre buona parte di tutte le vallate che formano il circondario.

Mostre fotografiche, di ricami, di libri, di autori, di rettili, di pietre, nei musei o negli scenari più importanti e siti culturali quali le Ferriere in Valdidentro, o il Mulino Salacrist a Bormio.

Feste alpine ogni domenica, ritrovi sui siti bellici, in quota o meno, nelle zone dove i nostri hanno visto le gesta delle guerre, ogni paese ha la sua domenica dedicata, dove i cori alpini, le bande, accompagneranno le cibarie deliziose di polenta e spezzatino.

Baby dance, animazione, cabaret, spettacoli teatrali e divertenti di magia, palloncini e trucca bimbi non mancheranno in ogni paese dell’alta Valtellina, con il divertimento studiato proprio per intrattenere i nostri piccoli ospiti.

Le serate a tema, che attendete e conoscete bene, dalle degustazioni nei palazzi storici, a quelle in piazza, dove profumi e atmosfere lasciano sempre il segno; serate danzanti e di musica dal vivo che rendono allegra e spensierata la vostra vacanza.

Scegliete la situazione che più si addice alla vostra famiglia, prenotate le vacanze  a Bormio, non fatevela scappare! http://www.appartamentibormio.it/

eventi-estate-bormio-2018

Lo sapete che andare in bici fa bene alla salute? E non solo a titolo agonistico, anzi, proprio perchè si pratica un’attività aerobica, ecco che la bici porta diversi benefici a tutti,  non è necessario fare sport da professionisti per godere dei benefici in questione;  infatti basterebbe pedalare 20-30 minuti al giorno per stare più in forma. Questo è possibile andando al lavoro in bici, o in generale usando la bici per qualche spostamento abituale, l’importante è farlo con regolarità sul medio-lungo periodo e adottare alcuni accorgimenti. Inoltre la bicicletta ha delle ricadute positive non solo sul fisico.

Avvicinarsi al mondo della bicicletta divertendosi

La nostra zona è  famosa per  i passi mitici o i percorsi sterrati nei boschi,  ma per chi  volesse comunque avvicinarsi al ciclismo, non rimarrà comunque deluso: le piste ciclabili asfaltate, sia a Bormio che a Valdisotto e Valdidentro sono l’ideale per assaporare la natura su tracciati semplici e ben tenuti,alla portata di tutti. Anzi, per i più piccoli, ma non solo, l’offerta è ampia, tra bike park e scuole di mountain bike, per avvicinarsi, divertendosi e giocando, a quella che è una splendida disciplina sportiva: il ciclismo.

Fa bene ..

Pensate, come  per tutte le attività aerobiche, andare in bici richiede un gran lavoro al cuore, ma dato che il nostro corpo si adatta allo stress, lui  e il sistema cardiocircolatorio si modificano per diventare più efficienti. Andando in bici con regolarità (30 minuti al giorno) il cuore diventa più pesante e più grande, quindi riesce a contenere maggiore volume di sangue, e diventa un alleato dei muscoli.

Noleggio bici

E se non avete la bicicletta con voi, non vi preoccupate: numerosi sono anche i noleggi per le bici da corsa, le mountain bike e le biciclette per i bambini.

Da poco anche a Bormio, si propongono negozi che affittano le e-bike, con tanto di escursioni programmate, con guide, in gruppi o in autonomia, che apportato un pò di leggerezza all’uscita per i meno allenati essendo bici elettriche.. un motivo in più per provare questa nuova attività.

Non appena sarete nostri ospiti, vi illustreremo le varie opzioni!  http://www.appartamentibormio.it/

mtbvalfurva-69-980x400

L’alpinista di casa,  a dire la verità con sede in Valfurva, ma portacolori non solo della Valtellina, ma dell’Italia intera, deve rinunciare alla sua conquista che proprio in questi giorni lo vede protagonista  nella conquista del suo Ottomila, in Asia.

Partito in spedizione tempo fa, vede svanire il suo sogno, preferendo la rinuncia alla vetta, causa condizioni meteo proibitive, dove il freddo ha la meglio sui rischi della salita.

Racconta in queste ore che persino il the nel termos, sia congelato,e che pochi altri membri della spedizione, hanno preferito continuare, e altri tra cui lui, invece si sono ritirati.

Ma la caparbietà del Valtellinese, è nota, e dice che se il meteo regalerà una finestra di bel tempo, eccolo tornare alla carica per tentare la conquista del Kanchenjunga

Di tutta lena,  Marco parte da campo 4, a  7550 metri, con lui gli alpinisti Don Bowie, Sophie Lavaud, Sergey Baranov e Herbert Hellmuth. A separarli dagli 8586 metri della vetta ben 1000 metri di dislivello.

La neve scesa copiosa nei giorni scorsi, aveva già dato dei grattacapi alla spedizione, tanto da continuare a posticipare la conquista, costringendo  il gruppo a battere traccia lungo tutta la salita., pure il vento e le temperature che si aggirano attorno ai -25 gradi, sono una vera sfida, portando difficoltà al gruppo.

Partito il 2 aprile, cerca di conquistare il suo undicesimo 8.000, non chè il  Kangchenjunga risulta essere la terza montagna più alta della terra, vetta tentata dall’alpinista nel 2014, che lo vede nuovamente rinunciare causa problemi tecnici con un piede.

Dopo i vari giorni di acclimatamento che lo vedono impegnato ad allenare il suo fisico e il suo fiato, a vivere senza l’ossigeno che invece altri alpinisti hanno, a dirigere e sistemare la logica e a studiare le varie tappe per non lasciare nulla al caso, ecco una grande sfida per l’amico Marco.

Speriamo e tifiamo per lui che porti a casa la sua vetta, così ci racconterà dal vivo durante l’estate la sua impresa a voi amici ospiti che soggiornerete e potrete chiedere di lui per le vostre uscite!

Vi aspettiamo: http://www.appartamentibormio.it/

Bormio e Marco Confortola

” E’ primavera, svegliatevi bambine!”cantava Claudio Villa! …”che feste di colori”..

Già, il grande Claudio la scriveva giusta la primavera!

Con colori che cambiano giorno dopo giorno, con la neve che pian piano si ritira e lascia spazio a grandi prati verdi e ai primi fiori che tanto teneri sbucano da sotto lingue di neve!

Lentamente, la vita riprende sotto una nuova stella, il letargo si chiude e gli animali escono allo scoperto nel Parco dello Stelvio e ci permettono di intravederli e se si è fortunati, pure di fotografare gli ungulati che gironzolano traquilli alla ricerca della nuova erba!

E dove fino a ieri si sciava, ecco teneri e colorati crochi, che nel loro bianco e viola caratteristici, stendono tappeti e macchie che ben ci portano al caldo e alle lunghe giornate.

Sole, luce e l’ora nuova, fa si che l’ambiente regali scorci meravigliosi, bisogna solo fermarsi a guardarli!

In attesa che il gigante dello Stelvio riapra il battente per gli amanti dello sci estivo, ecco i suggerimenti per trascorrere qualche giorno con noi. Un bel trekking con le ciaspole nei rifugi alpini delle Valli dove degustare i prodotti tipici e la nostra cara polenta, oppure le classiche uscite in pedemontana e strade ciclabili che si snodano tra i rigogliosi prati che  ora sono di un intenso colore verde .

 

In cantina si sono riposti gli sci e si è spolverato la bicicletta, che dai percorsi ancora innevati si scende con le fat bike, oppure si sceglie una tranquilla e rilassante uscita sulle piste più semplici.

 

 

Mentre Bormio Terme vede alcuni gironi di chiusura per la manutenzione ordinaria, la proposta per delle assolate giornate alle Terme dei Bagni Nuovi o Vecchie con tanto di crema solare per evitare danni di questo bel sole caldo.

Dopo aver dato il via alla Primavera con l’evento dei Pasquali, ricordiamo la giornata dell’Arte di domenica 29 Aprile che certo non mancherà di stupirvi con opere artigianali di artisti locali.

E poi, perchè non fare un pic-nic nelle aree predisposte sui sentieri? E una passeggiata non solo nel centro storico, ma anche nelle uscite più semplici che il comprensorio propone?

Restiamo a disposizione per consigliarvi itinerari, abbigliamento ed attrezzatura da utilizzare.

Vi aspettiamo: BS4D0005-980x400http://www.appartamentibormio.it/

 

 

Apertura impianti per lo Sci estivo allo Stelvio.

Da poco le stazioni di BormioSki e SantaCaterina hanno chiuso i battenti per la stagione invernale, che ecco proiettarsi nella mente degli appassionati dello sci, atleti, sci club, e operatori, l’arrivo della stagione estiva e degli impianti di sci al passo Stelvio!

Non si sono ripostigli sci, che già si controllano attacchi, ganci, e scarponi per l’apertura della skiarea a 2700mt!

Non tutti sanno che il Passo dello Stelvio rientra a pieno diritto tra i top ghiacciai in cui sciare in Europa in estate. Si tratta, infatti dell’area sciabile più estesa delle Alpi dove praticare lo sci estivo.

Il ghiacciaio dello Stelvio è la più vasta area sciabile estiva delle Alpi. Vede l’ apertura da maggio a novembre e da la possibilità di praticare lo sci estivo in uno splendido ambiente d’alta quota, circondati dalle imponenti vette del gruppo Ortles-Cevedale.

Sono ben venti i chilometri di piste praticabili, che partono dai 3500mt ai piedidel monte Cristallo e arrivano ai 2800 circa del passo, dove imponenti cime attorniano la cornice del bianco manto nevoso, dove a inizio stagione soprattutto, regala un palcoscenico emozionante con i metri di neve caduti che rendono tutto fatato.

Lo Stelvio è anche sinonimo di grande ciclismo lungo i tornanti della spettacolare strada voluta dall’imperatore Francesco II d’Austria, così come il vantarsi d’essere il secondo passo automobilistico più alto d’Europa, propone interessanti escursioni nella natura incontaminata del Parco Nazionale, di percorsi e siti storici legati agli eventi della prima guerra mondiale dove sono ancora ben evidenti i resti delle trincee e delle fortificazioni realizzate.

Quindi non solo sci estivo, ma la vacanza al Passo Stelvio accontenta davvero tutti. Per il relax c’è solo l’imbarazzo della scelta: il silenzio, gli animali che vivono nel parco, e la quiete in alta montagna certamente non mancano.

Lieti di ospitarvi a casa nostra, e raccontarvi altri aneddoti delle nevi perenni! http://www.appartamentibormio.it/sci-estivo-stelvio-2018

Quest’anno un calendario che forse non piacerà a tutti, ma a chi saprà organizzarsi, regalerà qualche giorno di relax unendo qualche giorno dove si abbandonerà il lavoro e la routine quotidiana..La Festa del 25 Aprile sarà davvero appetitosa!

Comunque siano le ferie a vostra disposizione, il suggerimento è prendersi del tempo per se stessi, dato il cambio stagione che di primavera ha visto diverse giornate fredde ed uggiose, quindi perchè non pensare a qualche ora alle Terme all’insegna del volersi bene?

 

Allora, poche ore di auto, sbucando dalle gallerie che giungono da Milano, ecco l’abbraccio della Magnifica Terra che si apre attorno a voi..Con la pista da Sci Stelvio che imponente e ancora con qualche chiazza di bianca neve, sarà riconoscibilissima alla vostra destra, con le montagne a cornice, alcune innevate ed altre nel loro splendido color grigio come la Cresta della Reit!

Le Terme di Bormio offrono tre possibilità di scelta: due strutture vicine Le Terme  dei Bagni Nuovi e dei Bagni Vecchi, situate a pochi chilometri dalla cittadina; oppure quelle di Bormio Terme, situate invece al centro del Paese.

Le prime, le più antiche e vicine alle fonti dove l’acqua sgorga a ben 41°, incastonate nelle viscere della montagna chele sovrasta, con dieci vasche situate all’aperto dove praticare diversi tipologie di relax, con oltre settanta servizi termali tra vasche,fanghi, saune, zone relax, idromassaggi e ogni tipo di trattamento immaginario. Considerate tra le più belle e suggestive dell’intero arco alpino, classificate come Spa di alto livello, vedono restrizioni in merito all’ingresso dei minori, proprio per rispettare il vero culto del benessere. Fiore all’occhiello le vasche all’aperto panoramiche, scavate in rocce e con viste spettacolari sulle montagne che difficilmente scorderete!

Essendo la fine aprile circa, non ci sarà più la neve a contorno delle strutture ma ne varrà come sempre la pena!

In centro invece troviamo la struttura di Bormio Terme, adatta e su misura per le famiglie in modo particolare con un’apprezzatissima area dedicata ai piccini, con acquascivoli, funghetti con piccoli getti, ma anche diversi servizi per gli adulti quali percorsi benessere, zona relax con saune e idromassaggi, il centro estetico, la zona per le cure le cui proprietà sponsorizzate anche dal servizio sanitario nazionale, rendono le Terme fruibili tutto l’anno.

Il 25 Aprile è vicino, non aspettare! Chiamaci,  possiamo offrire pacchetti e convenzioni con tutte le Terme pertanto alla prenotazione basta comunicarcelo! http://www.appartamentibormio.it/

bagni vecchi Bormio terme