Home Tags Posts tagged with "bormio terme"

bormio terme

Ecco qui gli eventi principali protagonisti del mese più caldo dell’estate..Agosto, paese mio non ti conosco, scappo a Bormio e mi godo le vacanze!!

Protagonista con appuntamenti ricorrenti settimanalmente, ecco la montagna di Valfurva che si presenta con pedalate grazie al Bike Center nel parco nazionale dello Stelvio, e cosa dire delle fantastiche uscite in fuoristrada di mezza giornata con le destinazioni di val Zebrù, val Cedec, e Gavia, oppure una bella merendina a casa del pastore durante la visita alla Malga dell’alpe.

Confermate anche le visite guidate al centro storico di Bormio, alle storiche chiese e alla famosa cantina Braulio dopo i recenti lavori di ampliamento.

Serate a tema con le storie degli alpinisti locali e non, raccontate direttamente dai protagonisti o dai Cai dell’alta Valtellina, in serate di proiezioni, che fanno rima con emozioni d’alta quota.

Le vostre vacanze vedranno anche concerti dei nostri famosi cori, nei giardini, nelle corti o nelle chiese, mentre per mano ci prenderanno le guide alpine che ci porteranno in escursione sui sentieri del parco nazionale dello Stelvio, parco che copre buona parte di tutte le vallate che formano il circondario.

Mostre fotografiche, di ricami, di libri, di autori, di rettili, di pietre, nei musei o negli scenari più importanti e siti culturali quali le Ferriere in Valdidentro, o il Mulino Salacrist a Bormio.

Feste alpine ogni domenica, ritrovi sui siti bellici, in quota o meno, nelle zone dove i nostri hanno visto le gesta delle guerre, ogni paese ha la sua domenica dedicata, dove i cori alpini, le bande, accompagneranno le cibarie deliziose di polenta e spezzatino.

Baby dance, animazione, cabaret, spettacoli teatrali e divertenti di magia, palloncini e trucca bimbi non mancheranno in ogni paese dell’alta Valtellina, con il divertimento studiato proprio per intrattenere i nostri piccoli ospiti.

Le serate a tema, che attendete e conoscete bene, dalle degustazioni nei palazzi storici, a quelle in piazza, dove profumi e atmosfere lasciano sempre il segno; serate danzanti e di musica dal vivo che rendono allegra e spensierata la vostra vacanza.

Scegliete la situazione che più si addice alla vostra famiglia, prenotate le vacanze  a Bormio, non fatevela scappare! http://www.appartamentibormio.it/

eventi-estate-bormio-2018

Lo sapete che andare in bici fa bene alla salute? E non solo a titolo agonistico, anzi, proprio perchè si pratica un’attività aerobica, ecco che la bici porta diversi benefici a tutti,  non è necessario fare sport da professionisti per godere dei benefici in questione;  infatti basterebbe pedalare 20-30 minuti al giorno per stare più in forma. Questo è possibile andando al lavoro in bici, o in generale usando la bici per qualche spostamento abituale, l’importante è farlo con regolarità sul medio-lungo periodo e adottare alcuni accorgimenti. Inoltre la bicicletta ha delle ricadute positive non solo sul fisico.

Avvicinarsi al mondo della bicicletta divertendosi

La nostra zona è  famosa per  i passi mitici o i percorsi sterrati nei boschi,  ma per chi  volesse comunque avvicinarsi al ciclismo, non rimarrà comunque deluso: le piste ciclabili asfaltate, sia a Bormio che a Valdisotto e Valdidentro sono l’ideale per assaporare la natura su tracciati semplici e ben tenuti,alla portata di tutti. Anzi, per i più piccoli, ma non solo, l’offerta è ampia, tra bike park e scuole di mountain bike, per avvicinarsi, divertendosi e giocando, a quella che è una splendida disciplina sportiva: il ciclismo.

Fa bene ..

Pensate, come  per tutte le attività aerobiche, andare in bici richiede un gran lavoro al cuore, ma dato che il nostro corpo si adatta allo stress, lui  e il sistema cardiocircolatorio si modificano per diventare più efficienti. Andando in bici con regolarità (30 minuti al giorno) il cuore diventa più pesante e più grande, quindi riesce a contenere maggiore volume di sangue, e diventa un alleato dei muscoli.

Noleggio bici

E se non avete la bicicletta con voi, non vi preoccupate: numerosi sono anche i noleggi per le bici da corsa, le mountain bike e le biciclette per i bambini.

Da poco anche a Bormio, si propongono negozi che affittano le e-bike, con tanto di escursioni programmate, con guide, in gruppi o in autonomia, che apportato un pò di leggerezza all’uscita per i meno allenati essendo bici elettriche.. un motivo in più per provare questa nuova attività.

Non appena sarete nostri ospiti, vi illustreremo le varie opzioni!  http://www.appartamentibormio.it/

mtbvalfurva-69-980x400

L’alpinista di casa,  a dire la verità con sede in Valfurva, ma portacolori non solo della Valtellina, ma dell’Italia intera, deve rinunciare alla sua conquista che proprio in questi giorni lo vede protagonista  nella conquista del suo Ottomila, in Asia.

Partito in spedizione tempo fa, vede svanire il suo sogno, preferendo la rinuncia alla vetta, causa condizioni meteo proibitive, dove il freddo ha la meglio sui rischi della salita.

Racconta in queste ore che persino il the nel termos, sia congelato,e che pochi altri membri della spedizione, hanno preferito continuare, e altri tra cui lui, invece si sono ritirati.

Ma la caparbietà del Valtellinese, è nota, e dice che se il meteo regalerà una finestra di bel tempo, eccolo tornare alla carica per tentare la conquista del Kanchenjunga

Di tutta lena,  Marco parte da campo 4, a  7550 metri, con lui gli alpinisti Don Bowie, Sophie Lavaud, Sergey Baranov e Herbert Hellmuth. A separarli dagli 8586 metri della vetta ben 1000 metri di dislivello.

La neve scesa copiosa nei giorni scorsi, aveva già dato dei grattacapi alla spedizione, tanto da continuare a posticipare la conquista, costringendo  il gruppo a battere traccia lungo tutta la salita., pure il vento e le temperature che si aggirano attorno ai -25 gradi, sono una vera sfida, portando difficoltà al gruppo.

Partito il 2 aprile, cerca di conquistare il suo undicesimo 8.000, non chè il  Kangchenjunga risulta essere la terza montagna più alta della terra, vetta tentata dall’alpinista nel 2014, che lo vede nuovamente rinunciare causa problemi tecnici con un piede.

Dopo i vari giorni di acclimatamento che lo vedono impegnato ad allenare il suo fisico e il suo fiato, a vivere senza l’ossigeno che invece altri alpinisti hanno, a dirigere e sistemare la logica e a studiare le varie tappe per non lasciare nulla al caso, ecco una grande sfida per l’amico Marco.

Speriamo e tifiamo per lui che porti a casa la sua vetta, così ci racconterà dal vivo durante l’estate la sua impresa a voi amici ospiti che soggiornerete e potrete chiedere di lui per le vostre uscite!

Vi aspettiamo: http://www.appartamentibormio.it/

Bormio e Marco Confortola

” E’ primavera, svegliatevi bambine!”cantava Claudio Villa! …”che feste di colori”..

Già, il grande Claudio la scriveva giusta la primavera!

Con colori che cambiano giorno dopo giorno, con la neve che pian piano si ritira e lascia spazio a grandi prati verdi e ai primi fiori che tanto teneri sbucano da sotto lingue di neve!

Lentamente, la vita riprende sotto una nuova stella, il letargo si chiude e gli animali escono allo scoperto nel Parco dello Stelvio e ci permettono di intravederli e se si è fortunati, pure di fotografare gli ungulati che gironzolano traquilli alla ricerca della nuova erba!

E dove fino a ieri si sciava, ecco teneri e colorati crochi, che nel loro bianco e viola caratteristici, stendono tappeti e macchie che ben ci portano al caldo e alle lunghe giornate.

Sole, luce e l’ora nuova, fa si che l’ambiente regali scorci meravigliosi, bisogna solo fermarsi a guardarli!

In attesa che il gigante dello Stelvio riapra il battente per gli amanti dello sci estivo, ecco i suggerimenti per trascorrere qualche giorno con noi. Un bel trekking con le ciaspole nei rifugi alpini delle Valli dove degustare i prodotti tipici e la nostra cara polenta, oppure le classiche uscite in pedemontana e strade ciclabili che si snodano tra i rigogliosi prati che  ora sono di un intenso colore verde .

 

In cantina si sono riposti gli sci e si è spolverato la bicicletta, che dai percorsi ancora innevati si scende con le fat bike, oppure si sceglie una tranquilla e rilassante uscita sulle piste più semplici.

 

 

Mentre Bormio Terme vede alcuni gironi di chiusura per la manutenzione ordinaria, la proposta per delle assolate giornate alle Terme dei Bagni Nuovi o Vecchie con tanto di crema solare per evitare danni di questo bel sole caldo.

Dopo aver dato il via alla Primavera con l’evento dei Pasquali, ricordiamo la giornata dell’Arte di domenica 29 Aprile che certo non mancherà di stupirvi con opere artigianali di artisti locali.

E poi, perchè non fare un pic-nic nelle aree predisposte sui sentieri? E una passeggiata non solo nel centro storico, ma anche nelle uscite più semplici che il comprensorio propone?

Restiamo a disposizione per consigliarvi itinerari, abbigliamento ed attrezzatura da utilizzare.

Vi aspettiamo: BS4D0005-980x400http://www.appartamentibormio.it/

 

 

Apertura impianti per lo Sci estivo allo Stelvio.

Da poco le stazioni di BormioSki e SantaCaterina hanno chiuso i battenti per la stagione invernale, che ecco proiettarsi nella mente degli appassionati dello sci, atleti, sci club, e operatori, l’arrivo della stagione estiva e degli impianti di sci al passo Stelvio!

Non si sono ripostigli sci, che già si controllano attacchi, ganci, e scarponi per l’apertura della skiarea a 2700mt!

Non tutti sanno che il Passo dello Stelvio rientra a pieno diritto tra i top ghiacciai in cui sciare in Europa in estate. Si tratta, infatti dell’area sciabile più estesa delle Alpi dove praticare lo sci estivo.

Il ghiacciaio dello Stelvio è la più vasta area sciabile estiva delle Alpi. Vede l’ apertura da maggio a novembre e da la possibilità di praticare lo sci estivo in uno splendido ambiente d’alta quota, circondati dalle imponenti vette del gruppo Ortles-Cevedale.

Sono ben venti i chilometri di piste praticabili, che partono dai 3500mt ai piedidel monte Cristallo e arrivano ai 2800 circa del passo, dove imponenti cime attorniano la cornice del bianco manto nevoso, dove a inizio stagione soprattutto, regala un palcoscenico emozionante con i metri di neve caduti che rendono tutto fatato.

Lo Stelvio è anche sinonimo di grande ciclismo lungo i tornanti della spettacolare strada voluta dall’imperatore Francesco II d’Austria, così come il vantarsi d’essere il secondo passo automobilistico più alto d’Europa, propone interessanti escursioni nella natura incontaminata del Parco Nazionale, di percorsi e siti storici legati agli eventi della prima guerra mondiale dove sono ancora ben evidenti i resti delle trincee e delle fortificazioni realizzate.

Quindi non solo sci estivo, ma la vacanza al Passo Stelvio accontenta davvero tutti. Per il relax c’è solo l’imbarazzo della scelta: il silenzio, gli animali che vivono nel parco, e la quiete in alta montagna certamente non mancano.

Lieti di ospitarvi a casa nostra, e raccontarvi altri aneddoti delle nevi perenni! http://www.appartamentibormio.it/sci-estivo-stelvio-2018

Quest’anno un calendario che forse non piacerà a tutti, ma a chi saprà organizzarsi, regalerà qualche giorno di relax unendo qualche giorno dove si abbandonerà il lavoro e la routine quotidiana..La Festa del 25 Aprile sarà davvero appetitosa!

Comunque siano le ferie a vostra disposizione, il suggerimento è prendersi del tempo per se stessi, dato il cambio stagione che di primavera ha visto diverse giornate fredde ed uggiose, quindi perchè non pensare a qualche ora alle Terme all’insegna del volersi bene?

 

Allora, poche ore di auto, sbucando dalle gallerie che giungono da Milano, ecco l’abbraccio della Magnifica Terra che si apre attorno a voi..Con la pista da Sci Stelvio che imponente e ancora con qualche chiazza di bianca neve, sarà riconoscibilissima alla vostra destra, con le montagne a cornice, alcune innevate ed altre nel loro splendido color grigio come la Cresta della Reit!

Le Terme di Bormio offrono tre possibilità di scelta: due strutture vicine Le Terme  dei Bagni Nuovi e dei Bagni Vecchi, situate a pochi chilometri dalla cittadina; oppure quelle di Bormio Terme, situate invece al centro del Paese.

Le prime, le più antiche e vicine alle fonti dove l’acqua sgorga a ben 41°, incastonate nelle viscere della montagna chele sovrasta, con dieci vasche situate all’aperto dove praticare diversi tipologie di relax, con oltre settanta servizi termali tra vasche,fanghi, saune, zone relax, idromassaggi e ogni tipo di trattamento immaginario. Considerate tra le più belle e suggestive dell’intero arco alpino, classificate come Spa di alto livello, vedono restrizioni in merito all’ingresso dei minori, proprio per rispettare il vero culto del benessere. Fiore all’occhiello le vasche all’aperto panoramiche, scavate in rocce e con viste spettacolari sulle montagne che difficilmente scorderete!

Essendo la fine aprile circa, non ci sarà più la neve a contorno delle strutture ma ne varrà come sempre la pena!

In centro invece troviamo la struttura di Bormio Terme, adatta e su misura per le famiglie in modo particolare con un’apprezzatissima area dedicata ai piccini, con acquascivoli, funghetti con piccoli getti, ma anche diversi servizi per gli adulti quali percorsi benessere, zona relax con saune e idromassaggi, il centro estetico, la zona per le cure le cui proprietà sponsorizzate anche dal servizio sanitario nazionale, rendono le Terme fruibili tutto l’anno.

Il 25 Aprile è vicino, non aspettare! Chiamaci,  possiamo offrire pacchetti e convenzioni con tutte le Terme pertanto alla prenotazione basta comunicarcelo! http://www.appartamentibormio.it/

bagni vecchi Bormio terme

Non abbiamo ancora archiviato la stagione invernale, che gli eventi dell’estate diventano subito protagonisti!

Come sempre, al primo weekend di Luglio,ecco fare capolino nelle iniziative, il Motoraduno dello Stelvio!

Protagoniste le due ruote a partire da fine giugno fino al primo Luglio, con rombi e caschi colorati che sfrecceranno sulle nostre strade di montagna, con meta l’arrivo al famigerato passo Stelvio.

 Saremo giunti così al  42° Motoraduno Stelvio International Metzeler a Sondalo!
Con la sua agognata salita al passo, che conta ben 36 tornanti a partire da Bormio fino alla Cima dei 2757 mt, della cima Coppi,dopo aver percorso circa 21 chilometri di salita, ecco giungere al clou della manifestazione.
Assieme al passo, sarà la località di Sondalo sede e ritrovo dell’evento e area ospitante della manifestazione, zona ben nota dagli storici partecipante, grazie anche all’esperienza acquisita in tanti anni.

Come sempre, una macchina che muove e si migliora di anno in anno, e che da mesi vede al lavoro gli organizzatori, pertanto il Motoraduno sarà regolarmente eseguito con qualsiasi condizione meteorologica, secondo le Norme della Federazione Motociclistica Italiana, mantenendo anche la data che cade sempre in luglio.

Non si esclude nessun tipo di moto, tutti possono partecipare, dalle piccole alle grandi cilindrate, tutte a godere delle bellezze della nostra zona, fino allo scorgere le nevi perenni del ghiacciaio.

Programma Motoraduno Stelvio International Metzeler (provvisorio)

29-30 giugno/1 luglio 2018 | Sondalo (SO) via Verdi 2

  • Giovedì 28 giugno 2018 (Passo Stelvio)
    • 14:30 Apertura Iscrizioni Passo dello Stelvio
    • 19:30 Aperitivo e cena presso Hotel Pirovano
  • Venerdì 29 giugno 2018 (Sondalo)
    • 10:00 Apertura Iscrizioni Sondalo e Passo Stelvio
    • 18:00 Chiusura iscrizioni Passo Stelvio
    • 21:00 Concerto
    • 21:30 Chiusura Iscrizioni Sondalo
    • 23:00 Concerto
  • Sabato 30 giugno 2018 (Sondalo)
    • 09:00 Apertura Iscrizioni Sondalo e Passo Stelvio
    • 18:00 Chiusura iscrizioni Passo Stelvio
    • 19:30 Premiazioni FIM: classifiche stranieri
    • 20:00 Concerto
    • 21:30 Chiusura Iscrizioni Sondalo
    • 22:00 Parata delle Luci
    • 22:00 Concerto
    • 0:00 Rock Party by Alcatraz Milano
  • Domenica 1 luglio 2017 (Sondalo)
    • 08:00 Apertura Iscrizioni Sondalo e Passo Stelvio
    • 12:00 Chiusura Iscrizioni Sondalo e Passo Stelvio
    • 14:00 Premiazioni ufficiali FMI

Per non perdere il posto, vi consigliamo la prenotazione a casa nostra, che dista pochi chilometri da Sondalo, dove sono garantiti anche i servizi per gli amici amanti delle due ruote! http://www.appartamentibormio.it/

moto-980-978x400

Sembra ieri che a fine novembre stavamo revisionando l ‘attrezzatura, controllando attacchi, ganci e scioline, misurando la tuta da sci per vedere se ci calzava ancora, montato il portapacchi sull’auto, controllato buchi nei guanti, pulito la mascherina e passato l’antiappannamento, insomma, tolto tutto dalla naftalina che ci troviamo in un batter d’occhio al caldo marzo con le sue lunghe e splendide giornate, a fare il conto alla rovescia per la chiusura degli impianti di risalita..

Già perchè se a dicembre quattro mesi sembrano infiniti, ecco che giorno dopo giorno, si giunge alla primavera che regala un’abbronzatura quasi caraibica, ma con essa la fine stagione.

Quale miglior occasione per una vacanza sulla neve prima che chiudano le stazioni?

La Santa Pasqua!

Si perchè Bormio non è solo Pasquali, riti religiosi, costumi tipici e folklore, ma è ancora una splendida occasione per imparare a muoversi sulle piste coi maestri di sci prendendo qualche lezione, e ancora discese di ben duemila metri di dislivello tra l’arrivo e la partenza della cabinovia!

Quest’anno poi che anche la pista Stelvio si gode fino all’arrivo nella bella conca di Bormio!

Certo il fatto che la Santa Pasqua arrivi sul calendario presto, al primo aprile, accorcia un pò il periodo rispetto a quando arriva circa dieci,venti giorni dopo..ma qui non è colpa dell’uomo, ma delle fasi lunari che stabiliscono la data della pasqua, ma sicuramente è una golosa occasione prima di riporre tutto per il dicembre prossimo!

Le stazioni in alta Valtellina prevedono il seguente programma per la chiusura:

  • Chiusura impianti Cima Piazzi-San Colombano: 2 aprile 2018
  • Chiusura impianti Bormio: 8 aprile 2018
  • Chiusura impianti Santa Caterina: 15 aprile 2018

Bormio da la possibilità di unire sport e cultura anche nella stessa domenica, sciando al mattino e poi al pomeriggio passeggiare lungo il corso principale e giungere alla piazza del Kuerc dove migliaia di persone si trovano ad ammirare le portantine dei Pasquali, ovvero i lavori realizzati dai contradaioli dei reparti a sfondo religioso.

Non fatevi quindi scappare al’ultima occasione per le sciate di fine stagione, vi aspettiamo:http://www.appartamentibormio.it/

10877724_871369452885000_546633025_n

Il Villaggio Sanatoriale

Sbucando dalle gallerie di Grosio che portano a Bormio, non si possono non notare le edificazioni che svettano sulla montagna di Sondalo, si tratta del Villaggio Sanatoriale, oggi Ospedale “E. Morelli”.

Molti non sono a conoscenza che fosse il più grande sanatorio in Europa, dove tantissimi ammalati da ogni dove arrivavano a curare la tubercolosi.

Le cure di allora, in assenza di antibiotici arrivati poi nel tempo, vedevano i sanatori come unici luoghi dove i pazienti venivano ricoverati per le cure del caso.

L’ospedale porta il nome del pneumologo Eugenio Morelli, valtellinese di nascita, che nel 1928  fece eseguire delle analisi sulle condizioni dell’aria della zona, che risultò estremamente adatta per curare gli effetti della malattia.

Fu così che nel 1932 si diede il via alla costruzione del sanatorio,  tenendo ben presente i canoni conosciuti per meglio gestire la patologia, ovvero  aria, luce e sole. Difatto le costruzioni vennero studiate strategicamente a livello logistico, quindi ad una certa altitudine e con il sole “sempre in fronte”.

Ben nove padiglioni in meno di sei anni, vennero edificati, attorniati da una grande pineta, e prendendo il nome di  città della salute.

Arrivò la Guerra Mondiale, i lavori subirono delle pause e si dice che negli edifici pronti, vennero conservate per alcuni tempi, delle famose  opere d’arte provenienti dal musei e collezioni private.

Finita la guerra, le strutture vennero completate e per ben 25 anni fino al 1971 fu sede di studi oltre che luogo di cura per la malattia, finchè l’arrivo degli antibiotici, trasformò il sanatorio in ospedale generale.

 

Il Museo dei Sanatori

Recentemente è stato istituito il Museo dei Sanatori, atto proprio a raccontare e tramandare, con molteplici testimonianze, la storia del sanatori che vedevano diverse strutture coinvolte che sono ancora visibili oltre ai nove padiglioni.

Le zone di visita sono divise in tre parti dedicate alla cura, alla malattia e al villaggio con oggetti, foto d’epoca, e reperti vari, macchinari ecc, che ben danno testimonianza della vita e delle attività del Sanatorio.

In pochi minuti d’auto dal nostro residence, quest’attività risulta molto interessante e coinvolgente emotivamente. Vi aspettiamo:http://www.appartamentibormio.it/

Museo-Sanatori-official-470x240

I Villaggi militari in alta Valtellina, sono mete di diverse escursioni estive, che hanno svolto nel tempo bellico, ruoli fondamentali di protezione, permettendo tramite le costruzioni di muretti di sassi, trincee molto efficaci per la difesa del nostro esercito.

Una di esse, la Conca delle Buse, fu protagonista data la presenza di numerose trincee, e la zona si prestava a formare un complesso villaggio con postazioni di artiglieria che puntavano sulla strada dello Stelvio e sulla valle dei Vitelli. Realtà che difendevano da un possibile attacco austriaco.

Pensate, ben diciassette fabbricati disposti a cerchio su una zona altamente pianeggiante, porta i segni della vita dei soldati che si svolgeva in alta quota, e grazie agli interventi del personale del Parco Nazionale dello Stelvio, sono in un ottimo stato di conservazione, affinchè non vadano persi certi valori del passato.

Ma un altro villaggio militare, lo si trova percorrendo il Filone dei Mot è la cresta ovest del Monte Scorluzzo, sugli itinerari nei pressi del Passo dello Stelvio.

Anch’esso di grande importanza strategica, durante la Prima Guerra Mondiale, vede una posizione di dominio degli austro-ungarici, attestati sulla cima,  che vede l’esercito italiano costruire  lungo questa cresta, quindi non in una zona pianeggiante come l’altra,  di un’imponente serie di fortificazioni difensive.

Lavorare a  2773 m di quota, in una splendida posizione panoramica, venne realizzato un vero e proprio villaggio militare, certamente non in condizioni di edificazione come quelle attuali, dando sacrificio ma anche stimolando l’ ingegneria del tempo, queste edificazioni sono state  sapientemente restaurate in anni recenti grazie anche in questo caso ai lavori istituiti del Parco Nazionale dello Stelvio.

Durante il periodo estivo le guide del Parco Nazionale dello Stelvio, propongono le uscite sugli itinerari dei villaggi militari,  escursioni di facile esecuzione, che portano  i visitatori a conoscere ed approfondire le peculiarità del territorio del  Parco scoprendone animali, elementi paesaggistici, rocce, conifere, boschi,  dalle quote inferiori fino a quelle più alte, fino agli immensi ghiacci perenni.
Con l’aiuto  delle Guide sarà facile l’avvistamento di cervi, stambecchi, marmotte, e con un po’ di fortuna si potrà osservare il volo aquile e gipeti.

Non aspettate, prenotate la vostra vacanza estiva, scegliete la struttura che più è consona alle vostre esigenze!  http://www.appartamentibormio.it/

IU_Le-Buse